IMG-20170710-WA0045

FITNESS: INTERVISTA A MATTEO MARIA TARTARO, MANAGING DIRECTOR DI OxFITNESS Lab

Abbiamo voluto raccogliere l’esperienza e l’ambizione di un giovane imprenditore italiano che sta facendo carriera nel settore fitness a livello internazionale. Una novità per noi, un argomento mai trattato sino ad ora nelle “pagine” del nostro blog. Un confronto, una chiacchierata che ci ha aperto un settore oggi molto di moda. Le sue esperienze personali, i Mondiali 2022, il marchio OxFitness Lab e le potenziali del nostro Paese.

IMG-20170710-WA0046

Da consulente a imprenditore. Cosa ti ha spinto a creare OxFitness Lab e come nasce questa idea? Perchè hai deciso di investire proprio nel settore del fitness? Dopo 9 anni di consulenza in Deloitte (in Europa e Medio Oriente) ho avuto modo di partecipare a numerosi progetti in diverse industry e sicuramente il mondo dell’health and fitness è uno dei più interessanti e promettenti per il futuro. Credo che tutti noi abbiamo capito l’importanza di uno stile di vita attivo e questo si rispecchia nei ricavi delle aziende che operano nel settore della salute e dello sport.

Avete sede in Qatar. Negli ultimi anni in questo territorio è stata posta particolare attenzione all’organizzazione di eventi e manifestazioni sportive. E’ solo una questione di possibilità di investimento da parte delle autorità locali e dei privati o ci sono anche altre motivazioni? Ho lavorato per un anno come advisor strategico dell’ente Qatarino (SCDL) che ha in carico la gestione dei Mondiali del 2022, questa esperienza mi ha fatto capire quanto complesso e interessante sia il mondo del calcio e dell’organizzazione di un evento su scala mondiale. Il governo del Qatar incentiva in maniera importante e consistente le iniziative volte a promuovere lo sport e lo stile di vita attivo nel paese.

In particolare, hai avuto la possibilità di lavorare nel Comitato Organizzativo per i Mondiali 2022, che esperienza è stata? L’esperienza è stata molto costruttiva ed interessante, molti altri italiani stanno in questo momento contribuendo alla realizzazione di questo grandioso progetto (il primo Mondiale in Medio Oriente!). Ho fatto parte dello strategy department e il mio ruolo è stato quello di definire i principali obiettivi e KPIs per l’intero progetto di pianificazione e implementazione delle strutture sportive e non (i.e. infrastrutture, strutture ricettive) per i Mondiali del 2022.

Entriamo nel dettaglio. Quali sono i valori e la strategia imprenditoriale sul quale hai costruito il marchio OxFitnessLab? OxFitness Lab vuole rendere accessibile a tutti la possibilità di essere allenati e seguiti come un atleta professionista. Il livello di attenzione per il cliente deve essere massimo in modo tale da guidarlo sia nell’allenamento sia nello stile di vita giornaliero. Tutto questo grazie ad una comunicazione continua con i trainers, terapisti e nutrizionisti del Lab non solo durante l’accesso alla struttura ma anche tramite mobile (app customizzata) dove il cliente può condividere e chiedere informazioni al team assegnatoli. La strategia aziendale è basata sulla valorizzazione dell’esperienza del cliente e dei risultati ottenuti da quest’ultimo, il monitoraggio continuo delle performance e dei risultati è alla base del nostro concept. Un report dettagliato permette di evidenziare al cliente i progressi e le aree di miglioramento in modo tale da raggiungere e mantenere le performance desiderate.

IMG-20170710-WA0044

In termini di metodologia di allenamento vera e propria, invece, qual’è il vostro credo? NON ESISTONO SCORCIATOIE! Per essere in buona salute e avere performance da professionista bisogna seguire costantemente uno stile di vita sano e attivo. Qualsiasi scorciatoia come le tante diete esasperate e che promettono risultati in brevissimo tempo sono dannose alla salute e nel lungo termine completamente inutile. Un team dedicato deve poter analizzare il nostro stile di vita ed aiutarci a crearne uno più sano con piccoli progressi quotidiani. Quindi no quick fix ma tanto training, divertimento e alimentazione sana, al bando qualsiasi prodotto di origine sintetica che altera momentaneamente le nostre performance.

Entriamo nel nostro settore: quello della comunicazione online. Come è strutturata la vostra presenza sui Social Network? Quali sono gli obiettivi e quali i risultati raggiunti sino ad oggi? Siamo presenti ovviamente su tutti i principali social (FB, Twitter, Instagram, Linkedin) ma il nostro punto di forza è la nostra app personalizzata che permette solo ai clienti di avere info real time, allenamenti ad hoc da fare anche a casa e consigli sull’alimentazione sulla base di quello che si ha nel frigo!

IMG-20170710-WA0040

Sfruttando la tua prospettiva. Come vedi oggi il settore fitness in Italia. E’ solo questione di moda o c’è la possibilità di poter investire su progetti a lungo termine? A mio avviso in Italia c’è un grande potenziale anche se bisognerebbe educare a vedere la spesa in promozione dello sport come un investimento per il nostro Paese e per la sua popolazione. La Germania rimane il paese europeo più avanzato e maturo ma l’Italia ha grandi possibilità se riuscisse ad incentivare startup e concept in questo settore cosi importante. Tra l’altro un supporto governativo per startup nel mondo dello sport e della salute andrebbe a diminuire la spesa pubblica del welfare visto che è scientificamente provato che uno stile di vita sano riduce drasticamente la spesa in assistenza sanitaria.

Nella definizione delle tue ambizioni imprenditoriali, nell’immaginazione e concretizzazione delle tue idee hai avuto una particolare fonte di ispirazione? Hai mai guardato ad altri professionisti o altre aziende come modelli di riferimento? Equinox e Virgin Active sono stati due ottimi benchmark dai cui partire ma poi abbiamo sviluppato il concetto di assistenza real time (app customizzata) che ha secondo me portato al next level l’esperienza del cliente. Tutto questo ha ovviamente un impatto sul pricing ma fino ad oggi il value for money è stato valutato ottimo dai nostri iscritti.

Concludiamo con una domanda generica. Da giovane imprenditore quali sono le tue ambizioni future? Vorrei poter portare la mia esperienza in Italia e mettere a frutto queste conoscenze per il nostro Paese. Sono alla ricerca di questa opportunità e fiducioso di trovare altri imprenditori/professionisti che possano con me sviluppare questo o altri nuovi concept in Italia. Milano sarebbe al momento una piazza grandiosa per realizzare un concept di health&fitness di questo tipo!